A 13 anni salva il padre dall’infarto: “Massaggio cardiaco, ecco come ho fatto”

È stato pronto e reattivo, non si è lasciato prendere dal panico e grazie alle indicazioni del 118 è riuscito a fare un massaggio cardiaco che ha salvato la vita del padre. Così Matteo Maestrini, 15enne milanese, ha salvato il padre, come ha raccontato al Corriere della Sera.

Era il 23 novembre 2019, un sabato che sembrava come un altro, eppure lo stato di salute di papà Marco, 52 anni, non convinceva il giovane Matteo, allora 13enne. Il ragazzo racconta: “Dopo cena aveva vomitato. Mi ero accorto che c’era qualcosa che non andava e avevo deciso di non andare in camera a giocare, ma di tenerlo d’occhio. Dopo mangiato mi sono seduto sul divano e poi è sparito tutto, mi si è chiuso un mondo”.

Da lì a pochi secondi il miracolo: “Papà ha iniziato a gemere, non era cosciente. Ho contattato subito il 112. Mi ha detto di mettere una mano sopra l’altra, di poggiarle sul torace di papà per provare a fare il massaggio cardiaco. Non avevo mai seguito un corso. Semmai lo avevo visto praticare in qualche serie tv. Quella stessa notte mi sono reso conto dell’importanza del mio gesto e me lo hanno detto anche i medici: ho salvato la vita a mio padre. Dovrebbero proporre corsi a scuola. Qualsiasi persona dovrebbe essere in grado di fare come me se si trova in una situazione di difficoltà”.