Chivasso, trovato cadavere: 22enne riconosciuto grazie alla svastica tatuata sul braccio

A Chivasso un cadavere di un 22enne è stato riconosciuto grazie alla svastica tatuata sul braccio.

E’ di un romeno 22enne della provincia di Vercelli il corpo recuperato ieri vicino alle rive del Po a Chivasso (Torino). I carabinieri sono riusciti ad identificare il cadavere questa mattina.

Il giovane era già noto alle forze dell’ordine in virtù di numerosi precedenti penali.

A fornire un elemento chiave per l’identificazione una svastica che il 22enne aveva tatuata su un braccio.

Le indagini dei carabinieri sono coordinate dal pubblico ministero Lea Lamonaca della procura di Ivrea.

Scrive La Stampa che il 22enne “aveva un tatuaggio di una svastica sull’avambraccio sinistro. Calzava un paio di sneakers, un maglione a colori e un giubbotto con cappuccio con il pelo.

Le indagini dei carabinieri di Chivasso devono appurare come sia morto e chi lo ha scaricato li.

Il giovane aveva i pantaloni leggermente abbassati: probabilmente qualcuno lo ha scaricato da un’auto e trascinato sino a quel campo”. (Fonte: La Stampa)