Coronavirus, il bollettino del 25 luglio: i numeri dell’epidemia in Italia

Il Ministero della Salute, nella giornata di oggi, domenica 25 luglio, ha comunicato i numeri dell’epidemia da coronavirus in Italia tramite bollettino.

Bollettino coronavirus mappa regione
(Ministero della Salute)

Il Ministero ha diffuso il bollettino sull’epidemia da Covid-19 in Italia. Stando all’odierno aggiornamento, le persone risultate positive al virus dall’inizio dell’emergenza sono 4.317.415, ossia 4.743 unità in più di ieri. Salgono anche i soggetti attualmente positivi ad oggi 66.257 (+3.734) e i ricoveri in terapia intensiva:178 in totale e 6 in più di ieri. Le persone guarite sono 4.123.209 con un incremento rispetto a ieri di 1.001 unità. Nelle ultime 24 ore si sono registrati 7 decessi che hanno portato il bilancio delle vittime a 127.949.

La Regione Friuli Venezia Giulia, si legge nelle note, segnala di aver sottratto 1 caso dai positivi a seguito di un test antigenico non confermato dal successivo tampone molecolare.

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di sabato 24 luglio

Il Ministero della Salute ha pubblicato ieri il bollettino con i dati relativi all’epidemia da Covid-19 diffusasi in Italia.

Coronavirus
(Getty Images)

Stando alla tabella sanitaria, i casi di contagio erano saliti a 4.312.673. Saliva anche il dato dei soggetti attualmente positivi che risultavano essere 62.523. In aumento, dopo giorni di stabilità, i ricoveri in terapia intensiva: 172 in totale. Le persone guarite dall’inizio dell’emergenza erano 4.122.208. Purtroppo il bilancio delle vittime saliva a 127.942.

La Regione Friuli Venezia Giulia, si leggeva nelle note, comunicava che dal totale dei casi positivi erano stati eliminati 2 casi corrispondenti a 1 test antigenico non confermato dal successivo tampone molecolare e a 1 test positivo rimosso dopo revisione del caso.

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di venerdì 23 luglio

Pubblicato venerdì il consueto aggiornamento sull’epidemia da Covid-19 diffusasi in Italia. Stando al bollettino del Ministero della Salute tabella sanitaria, i casi di contagio dall’inizio dell’emergenza erano 4.307.535. In aumento anche il numero dei soggetti attualmente positivi pari a 58.752. In calo, invece, i ricoveri in terapia intensiva:155 in totale. I guariti complessivi salivano a 4.120.846. Si aggravava ancora il bilancio delle vittime il cui totale giungeva a 127.937.

La Regione Campania, si leggeva nelle note, comunicava che 2 dei 7 decessi dichiarati venerdì, si erano registrati più di 48 ore fa. L’Emilia Romagna eliminava 1 caso, positivo a test antigenico ma non confermato da tampone molecolare.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Covid-19, il bollettino del 23 luglio: 5.143 nuovi casi di contagio e 17 morti

Vaccini anti-covid, i giovani trainano la campagna: si spera ne “l’effetto Decreto”

Con la decisione del Governo di rendere obbligatorio il Green Pass, dal 6 agosto, per avere accesso a determinate attività si spera che la fascia over 50 aderisca in maniera più massiccia alla campagna vaccinale. Già perché ad oggi le maggiori adesioni si sono avute dagli under 30.

Secondo l’ultimo rapporto del Governo sarebbero stati oltre 350mila gli appartenenti a tale fascia ad essersi vaccinati e di questi il 44% sarebbe rappresentato dai soggetti di età compresa tra i 12 ed i 19 anni. Un traguardo che, però, non viene raggiunto se si volge lo sguardo agli adulti. Tra i 50enni sono ancora in pochi ad aver prenotato per la somministrazione, eppure la loro categoria in particolare quella tra i 55 ed i 69 sarebbe classificata come quella più a rischio.

Ma le Istituzioni non demordono neppure sul fronte sensibilizzazione, continuando la propria campagna di sensibilizzazione. Il sottosegretario del Ministero della Salute, Andrea Costa ha spiegato come vaccinarsi sia un atto non soltanto dovuto nei propri confronti, ma anche verso il resto della comunità.

Proteggere sé stessi si traduce, infatti, anche nell’estendere questa protezione agli altri. Una chiamata al buonsenso la sua, che vuol sottolineare come in un momento come questo un gesto di solidarietà potrebbe consentire all’intero Paese di uscire da quest’incubo.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Vaccini anti-covid, i giovani trainano la campagna: si spera ne “l’effetto Decreto”

Bonus di mille euro per le vacanze ai vaccinati: la proposta di Forza Italia

Mille euro da spendere per le vacanze ai soggetti vaccinati. Questa la proposta avanzata dal deputato di Forza Italia Sestino Giacomoni nel corso dell’audizione del Ministro dell’Economia sulla nuova riforma fiscale.

Per il deputato dell’opposizione la campagna vaccinale sta procedendo nel migliore dei modi. Tuttavia nel limbo degli indecisi vi sarebbero ancora troppi cittadini. Allora perché non “incentivarli” con un bonus? Un incentivo fiscale che a suo avviso potrebbe concretarsi in mille euro da far pervenire a tutti coloro i quali hanno completato il ciclo vaccinale, spendibile come un bonus vacanze per trascorrere le ferie in Italia.

Un duplice effetto positivo: spingere alla vaccinazione e portare a spendere in Italia incentivando l’economia nazionale. Giacomoni, riporta Skytg24, ha chiosato affermando che i non vaccinati sarebbero come “evasori fiscali” perché beneficiano di qualcosa che “non pagano”. Nel caso di specie, ha precisato come approfitterebbero del buon senso di chi invece decide di sottoporsi alla somministrazione nonostante magari appartenga ad una fascia giovane e che quindi lo fa per il rispetto altrui.

Infine ha concluso dicendo: “Aiutiamo il turismo e non facciamo andare in giro chi porta il virus. Premiamo chi paga le tasse, le persone oneste e chi si vaccina”.