DL RISTORI – Cesare Fumagalli su Linkiesta: ‘Governo chiarisca a imprese ragioni delle restrizioni e ripaghi i loro sacrifici’

(@Linkiesta)

“Il Governo spieghi le ragioni delle misure del Dpcm che impongono chiusure o limitazioni all’attività d’impresa e dimostri che questi sacrifici vengono ripagati con ristori immediati e proporzionati al danno”. E’ l’appello alla trasparenza e alla chiarezza che il Segretario Generale di Confartigianato Cesare Fumagalli ha rivolto al Premier Giuseppe Conte e ai rappresentanti del Governo durante la videoconferenza svoltasi ieri e nel corso della quale l’Esecutivo ha illustrato alle Organizzazioni delle Pmi le sulle misure del Dl Ristori. Fumagalli ne parla in un’intervista a Linkiesta in cui dà voce a migliaia di aziende che sono costrette a chiudere o che vedranno le loro attività fortemente limitate, e che adesso chiedono un indennizzo adeguato. “Al Presidente del Consiglio e ai ministri Roberto Gualtieri e Stefano Patuanelli – dice il Segretario Generale di Confartigianato – ho chiesto di rendere comprensibile la motivazione del nuovo Dpcm e perché vengono fermate alcune attività in particolare, attività che da questi provvedimenti vengono terribilmente danneggiate. Il Governo deve spiegare soprattutto due cose  cioè deve dare evidenza alle ragioni delle misure prese, perché non c’è niente di più frustrante che fare sacrifici e non sapere il motivo; e deve dimostrare che questo sacrificio viene ripagato con un sussidio immediato e proporzionato al danno. Fuori da questo perimetro è difficile da accettare».

Leggi l’intervista del Segretario Generale di Confartigianato Cesare Fumagalli su Linkiesta