A Zona Bianca l’intervista di Gina Lollobrigida mai andata in onda: “Mio figlio non ci sta con la testa. Io sono stata una madre perfetta”

gina lollobrigida zona bianca

Nella puntata di Zona Bianca, il programma di Rete 4 in onda domenica sera, del 22 gennaio 2023 è stata mandata in onda una intervista esclusiva a Gina Lollobrigida. Una intervista che non è mai stata trasmessa nella quale l’attrice parla del rapporto con suo figlio ma non solo. Racconta sin da subito del perchè del suo atteggiamento nei confronti di Milko, suo figlio. Ha sempre cercato di farlo lavorare, e anche il padre dell’uomo ha sempre insistito perchè trovasse una sua strada. “Io lo avrei aiutato è chiaro, ma lui pensava solo al tennis” ha detto l’attrice nell’intervista in onda su Rete 4. “Non è riuscito mai a fare un lavoro serio, io gli ho comprato una casa grande alla Camilluccia, dopo un po’ di tempo non c’era più, loro se la sono venduta. Volevano un’altra casa? No volevano i soldi. Anche i soldi poi dopo non c’erano più. Lui non ci sta con la testa e non gli puoi affidare nulla. Avrebbe venduto tutto il giorno dopo, io ho cercato di educarlo il meglio possibile ma lui mi evitava e il nostro rapporto non è stato facile” spiega l’attrice che nella sua intervista mostrata a Zona Bianca racconta molto del rapporto con suo figlio.

Il durissimo sfogo di Gina Lollobrigida nell’intervista mai andata in onda

Nell’intervista esclusiva mai andata in onda e mostrata nella puntata di Zona Bianca del 22 gennaio, la Lollobrigida prova a spiegare perchè in questi anni non ha mai voluto avere rapporti con suo figlio e con suo nipote: “Scusarsi sarebbe stato il minimo per quello che aveva fatto. Era assente e ha avuto delle amicizie sbagliate che lo hanno influenzato. Nel tempo è diventato molto amico di Rigau e lo è tutt’ora.”

Gina stentava a credere che suo figlio fosse diventato amico dell’uomo che lei odiava di più: ” Addirittura andavano in vacanza insieme, sia lui che Dimitri. Sono andati un po’ troppo avanti in una strada sbagliata. Ormai sta nella parrocchia di Rigau, vanno in vacanza da questo mascalzone per me è terribile.“L’attrice ha provato a raccontare solo una parte di tutto quello che ha fatto per suo figlio, non ha rimpianti per come lo ha cresciuto ma è scioccata da come la storia si andata a finire: ” Ha avuto una educazione, io l’ho fatto studiare, ho sempre pensato a portarli con me anche quando ad esempio andavo in Russia per fare una mostra o in un altro paese. Gli ho portati con me a Hollywood. Io sono stata una madre perfetta ma non è servito a nulla…“.