TikTok: esplode il trend del buy now pay later

Una nuova mania impazza online e si chiama buy now pay later, letteralmente “compra ora e paga dopo”. Il significato è chiaro: si tratta di app che permettono di acquistare online e pagare successivamente a rate. E così sempre più utenti accumulano debito, che dovranno poi restituire.


Ma cosa c’entra TikTok? La questione è semplice: i tiktoker trovano sfogo in rete e confessano i propri debiti ai loro follower. In particolare, gli utenti TikTok segnalano sempre più il loro utilizzo di Klarna, un’app svedese che consente di acquistare prodotti online, come vestiti e borse, e di pagarli comodamente a rate. Sempre più tiktoker si mostrano in brevi video mentre acquistano vestiti con l’app, ricevono avvisi di pagamento e alcuni ballano mostrando il conto da pagare, con tanto di didascalia “debito paralizzante”. A utilizzare l’app sono soprattutto i Millennial e la Generazione Z, ma l’utilizzo frequente preoccupa gli economisti e la possibilità che quei debiti accumulati vengano poi pagati.

Buy now pay later: cos’è e come funziona BNPL

Il Buy now pay later, anche detto BNPL, è il pagamento a rate di un prodotto che viene acquistato Si tratta di una formula molto utilizzata negli Stati Uniti, dove gli utenti online ricorrono spesso alle carte di credito per fare shopping. In Italia invece è un modello di shopping poco diffuso, mentre sta crescendo sempre più anche in Europa.

Sono diverse infatti le compagnie che creano app che sfruttano il buy now pay later, e tra queste c’è la svedese Klarna, molto apprezzata dagli acquirenti Millennial e della Generazione Z. Gli utilizzatori dell’app hanno un’età media di 33 anni e di recente l’azienda svedese ha ottenuto una valutazione da circa 46 miliardi di dollari, confermando la sua rapida espansione e il maggior utilizzo in nord Europa.

Le aziende che offrono questo servizio di credito sono compagnie fintech emergenti, che rispetto alle classiche carte di credito non addebitano ai clienti commissioni o alti tassi di interesse. Ad esempio, Klarna permette di fare acquisti e di pagare 30 giorni dopo tutto l’importo finanziato, oppure in 3 o 4 rate su periodi più lunghi e senza interessi. A pagare le commissioni sono invece i rivenditori che accettano questo metodo di pagamento.

Klarna e TikTok: cosa sta succedendo

Il metodo di pagamento BNPL è molto apprezzato dagli utenti, che spesso però ne abusano, come denuncia il sito Bloomberg. E dato che gli utilizzatori sono giovani, su TikTok è nato un nuovo trend proprio sull’uso dell’app Klarna. Sempre più account condividono il proprio saldo del debito accumulato con commenti ironici e usano l’app per fare video divertenti su quanto devono pagare.

Joella Louisa, una degli utenti di TikTok citata da Bloomberg, spiega: “In passato, quando non avevo soldi, semplicemente non potevo fare acquisti. Ora con Klarna, posso“. Salvo poi pubblicare video in cui mostra l’ansia di dover saldare il suo debito accumulato. Louisa spiega: “A volte il mio debito è di 1.000 euro e non ho un buon stipendio. Klarna rende le persone dipendenti dallo shopping“.

BNPL: i timori degli economisti

Le app come Klarna consentono agli acquirenti di comprare abiti, borse e tutto ciò che è abilitato al metodo di pagamento BNPL in qualsiasi momento. Le giovani tiktoker addicted di fashion confessano che la tentazione di comprare è forte: una tentazione a cui cedono con il buy now pay later, ma che le porta a caricarsi di debiti. Il timore degli economisti è che questa forma di finanziamento possa sul lungo periodo incoraggiare dei prestiti che non potranno essere risarciti, generando una sorta di bolla.

A preoccupare è soprattutto il fatto che il BNPL non è regolamentato e che non sono previste clausole di tutela per i consumatori, che vengono incoraggiati a spendere senza rendersi conto di quanto debito stanno accumulando. A spiegarlo è un’altra utente di TikTok che usa Klarna, Megan Harkin: “Sicuramente incoraggia le persone a spendere di più, soprattutto quando le persone vengono pagate alla fine del mese. E a volte, quando arriva la fine del mese, non ti rendi conto di quanto hai speso e poi metà del tuo stipendio è andato per i rimborsi di Klarna“.

Insomma, le app di credito del buy now pay later sono comode per i più giovani, ma bisogna sapersi controllare per non incorrere in spese eccessive e poter saldare il proprio debito.