Conferenza stampa Draghi, diretta video streaming/ Regole Green Pass scuola-trasporti

Al termine del Consiglio dei Ministri numero 32 sarà ancora il Presidente del Consiglio Mario Draghi ad illustrare in conferenza stampa le principali novità del Decreto sul Green Pass approvato lo scorso 22 luglio e “ampliato” sul cronoprogramma per scuola, trasporti e lavoro. Il Premier lo aveva annunciato al termine dell’ultima conferenza stampa da Palazzo Chigi: «il Decreto Covid lascia fuori la scuola, i trasporti, il lavoro. Questi verranno affrontati già dalla prossima settimana per specifiche misure e provvedimenti che richiedono grande perplessità».

Dopo giorni molto tesi e fitti di incontri “diplomatici” tra i diversi partiti e il Premier Draghi, si arriva alla decisione del “nuovo” Decreto che fissa da settembre l’obbligo di Green Pass per docenti e personale scuola, per tutti i passeggeri di treni, navi e aerei e in generale per i lavoratori dei pubblici esercizi. Resta ancora da dirimere la decisione sui trasporti pubblici locali (metro, bus e tram) e in generale sulle aziende, dopo che il leader della Lega Matteo Salvini oggi ha ricordato al Governo «Il diritto alla salute, che è sacra, deve andare di pari passo con il diritto al lavoro e alla tranquillità delle famiglie, senza penalizzare i bambini e senza complicare la vita a baristi, ristoratori e albergatori. Ecco alcune proposte di buonsenso».

CONFERENZA STAMPA DRAGHI: ECCO COME SEGUIRLA

Sarà possibile seguire la conferenza stampa del Premier Mario Draghi – con possibile presenza anche della Ministra per la Famiglia e Pari Opportunità Elena Bonetti per illustrare il nuovo piano sul “gender gap” – in diretta video streaming dai canali social di Palazzo Chigi, qui il link per il canale YouTube. L’incontro con la stampa inizierà non appena il CdM sarà terminato a Palazzo Chigi: sul tavolo della conferenza, oltre alle regole sul Green Pass e il cronoprogramma sulle potenziali estensioni del certificato verde tra agosto e settembre, anche le ultime tribolate riforme presentate in Parlamento. Lo scontro sulla riforma della giustizia, le novità sulla legge della PA e le discussioni sull’obbligo vaccinale: di questo e dei prossimi progetti PNRR il Presidente del Consiglio Mario Draghi risponderà nell’ultimo confronto con la stampa prima della ‘pausa estiva’. Capitolo a parte sul mondo scuola: con l’obbligo da settembre imposto su docenti e personale Ata, resta da capire quali saranno le sanzioni per la (risicata) fascia di non vaccinati a scuola. Al momento si pensa ad “altre mansioni”, più complesso propendere per la sospensione diretta: diverso invece il tema sugli studenti, al momento non indicati come elementi da inserite nell’obbligo vaccinale ma con possibili ripensamenti già nelle prossime settimane per Cts e Miur. L’input principale del Governo è il ritorno in presenza in classe da settembre, per farlo occorrerà raggruppare tutti gli sforzi possibili per consentirlo in sicurezza e con minimi rischi di contagio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA